Archivi tag: pace

TARIQ RAMADAN A BOLZANO

Annunci

IL VOLTO MISTICO DELL’ISLAM

DIGIUNO e UN’ORA DI SILENZIO ALLA TOMBA DI MAYR-NUSSER

No alla guerra (non solo in Siria)
Per una Pasqua di pace

Pax Christi punto pace Bolzano, raccogliendo l’invito di Pax Christi Italia, invita tutti oggi, mercoledì 12 aprile, nel Duomo di Bolzano alle ore 17 per un’ora di preghiera per la pace e riflessione sui recenti fatti di cronaca.

Si invita chiunque a trovarsi accanto alla tomba di Josef Mayr-Nusser, per un’ora di silenzio come segno di riflessione e di meditazione (non necessariamente confessionale) per scongiurare i venti di guerra che si fanno sempre più minacciosi non solo in Siria. Tensioni che allarmano e fanno paura perché stanno facendo schizzare le preoccupazioni terribili di una guerra su vasta scala facendo ripiombare l’orologio della Storia indietro di decenni.

L’iniziativa serve per dire anche un forte No al terrorismo e alla violenza in generale.

«Facciamo nostre le parole di papa Francesco a Redipuglia, 13 settembre 2014: Anche oggi le vittime sono tante… Come è possibile questo? E’ possibile perché anche oggi dietro le quinte ci sono interessi, piani geopolitici, avidità di denaro e di potere, c’ è l’ industria delle armi, che sembra essere tanto importante! E questi pianificatori del terrore, questi organizzatori dello scontro, come pure gli imprenditori delle armi, hanno scritto nel cuore: “A me che importa?”. Per evitare che anche nel nostro cuore ci sia scritto ‘A me che importa?, raccogliendo le ripetute sollecitazioni del Santo Padre, proponiamo alle Caritas diocesane, ai Gruppi di Pax Christi e a quanti vogliano aderire una giornata di digiuno che accompagni la preghiera per la Siria, mercoledì 12 aprile, alla vigilia del Triduo Pasquale; per non dimenticare, per vivere la passione e la croce di tanti innocenti nel mistero della Passione di Cristo, nella luce della Speranza della Pasqua».

L’ appello lanciato da Pax Christi arriva poche ore dopo l’ attacco chimico a Idlib e poche ore prima della risposta americana e dell’ attentato di Stoccolma. «Ancora vittime. Ancora orrore, morte e cancellazione di vite umane, tra cui molti bambini…» Chiediamo un deciso impegno a porre fine a questa follia, evitando il rischio reale dell’ assuefazione e rassegnazione di fronte ad una terza guerra mondiale combattuta ‘a pezzi’. Invitiamo alla preghiera per le vittime, ma anche all’ indignazione contro la guerra e le armi, comprese quelle nucleari di cui si parla all’ ONU in questi mesi e su cui Pax Christi e Caritas sono già intervenute.

LE VIE DELLA PACE – Conoscenza, Azione e Bellezza

5° Incontro del ciclo – LE TRACCE DELL’ALTRO

IL FILOSOFO DELLA PACE APPRODA A BOLZANO

Quale Pace? Il nuovo libro di Pontara

 

Di origini trentine ma da oltre cinquant’anni in Svezia, dove insegna filosofia politica all’Unversità, Giuliano Pontara è uno dei massimi studiosi al mondo di temi e figure della cultura della pace. Fra le sue numerose pubblicazioni una delle più importanti è la sistemazione e organizzazioe degli scritti di Gandhi nel doppio volume Einaudi “Teoria e pratica della nonviolenza”.

con

MASSIMO PILATI, presidente del Forum trentino per la pace

LIDIA MENAPACE, saggista pacifista

GIANNI LANZIGER, avvocato

Quattro fenomeni profondamente interrelati costituiscono gravi ostacoli a una pace stabile a livello mondiale e mettono a repentaglio interessi e diritti basilari di generazioni presenti e future: l’escalation della violenza; il costante approfondirsi delle disuguaglianze nella distribuzione di risorse e potere; il crescente aumento della temperatura del pianeta e il conseguente degrado ambientale; il forte aumento dei flussi migratori nel mondo con decine di milioni di persone che fuggono dai massacri, dalle persecuzioni, dalla povertà cronica. Nei sei saggi raccolti in questo volume, Giuliano Pontara, argomentando che la guerra moderna è ingiustificabile, e che non si esce dal vortice della violenza con ulteriore violenza, esplora e analizza alcuni problemi centrali riguardanti la nozione e le vie della pace: dalla istaurazione di un governo mondiale democratico alla nonviolenza attiva, fino ai fattori istituzionali e alle forze situazionali che ne favoriscono o impediscono l’applicazione; memore del detto kantiano per cui, pur non sapendo “se la pace perpetua sia una cosa reale o un nonsenso […] dobbiamo agire come se fosse una cosa reale, il che forse non è, e operare per la fondazione di essa”, qui e ora.

Sabato 18 febbraio
ore 11
Sala di Rappresentanza del Comune
pontara