Archivi tag: Argentina

ARTURO PAOLI NELLA DITTATURA ARGENTINA: LA FRATERNITA’ NEL DESERTO

Annunci

IMMAGINARE LA LIBERTA’

mempo-tagliaferro

Uno dei più noti romanzieri argentini, Mempo Giardinelli e uno dei più tenaci oppositori alla dittatura argentina, José Tagliaferro, si incontreranno a Bolzano, per un aperitivo letterario organizzato dal Centro per la pace al Museion Passage il 22 luglio alle ore 18.

Lo scrittore argentino è stato invitato per presentare gli ultimi suoi lavori letterari  fortemente impregnati di pace, di diritti umani, di giustizia e di solidarietà fra i popoli e per lanciare in Italia una campagna internazionale per destinare il premio Nobel per la pace a Estela de Carlotto, la leader delle Abuelas (nonne) di Plaza de Mayo.

Insieme a Mempo Giardinelli ci sarà José Tagliaferro, uno dei più strenui oppositori alla dittatura, esule in Italia dal 1977 (ora vive a Montevideo) che si è occupato molto del filone dei desaparecidos italiani con i processi che si sono tenuti nel nostro Paese. José Tagliaferro è il curatore del libro “Ciel Libre. Immaginare la libertà“, un libro uscito anche in italiano che racconta la nostalgia, l’amore, l’affetto, la malinconia, la paura, la lacerazione, la poesia e la memoria dei 30 mila uomini e donne (in gran parte giovani) che sono stati prelevati dalle squadre speciali del dittatore Videla e sono spariti. In gran parte torturati e annichiliti. Alcuni hanno vissuto gli orrori dei voli della morte. I giovani venivano prelevati dai centri di tortura, li si faceva una iniezione di Penthotal e venivano fatti cadere dagli aerei in volo sopra l’oceano.

José Luis Tagliaferro ha trovato la forza di ripercorrere gli orrori di quegli anni. Lo ha fatto in modo diverso da altri autori. Ha raccolto le poesie di detenuti politici che in modo rocambolesco sono riusciti a consegnare uno scritto a un familiare, forse in uno dei pochi e sorvegliatissimi incontri.

Anche Mempo Giardinelli dovette scappare in Messico durante l’ultima dittatura militare (1976-1984) e rientrò in patria all’epoca del governo democratico di Raúl Alfonsín. Nel 1986 fondò la rivista letteraria Puro Cuento, che diresse fino al 1992.
Nel 1993 ricevette il premio Rómulo Gallegos. Ha scritto diversi romanzi, anche tradotti in italiano fra cui: La rivoluzione in bicicletta; Luna calda; Impossibile  equilibrio; Il decimo inferno; Finale di romanzo in Patagonia; Visite fuori orario.

Estela De Carlotto al muro del lager

photos by Valentina Biasi

Mempo Giardinelli incontra Franz Thaler

Photos by Valentina Biasi